21 errori da trail runner principiante da evitare

Qualche mese fa mi avevano proposto di scrivere un articolo per una rivista, per poi sparire poco dopo, suggerendomi di parlare degli errori di un trail runner principiante che si possono evitare.
Visto che avevo già iniziato ad imbastire la lista di errori e che qua non si butta via nulla, riciclo i miei appunti e registro la puntata.
Tanto credo che sia un argomento interessante, del quale parlare con il mio solito approccio da diario personale. Infatti, alcuni di questi errori li ho fatti io stesso in prima persona, essendo io ancora un vero e proprio principiante in questa disciplina.
Peraltro, la versione originale doveva prevedere una decina di errori, ma poi mi sono fatto prendere la mano ed ho aggiunto altri punti sulle cavolate che ho fatto strada facendo.

  1. Non pianificare e studiare il percorso: altitudine e dislivello, punti difficili, punti acqua, terreno.
    Analizzare com’è ripartita la difficoltà del percorso. All’inizio, alla fine, equamente distribuita? Così da gestire lo sforzo.
    A meno che non si conosca il sentiero a menadito, va pianificato anche il tracciato. Minimo con un’app, dove salvare la traccia e guardarla alla bisogna. Meglio, se potete, direttamente sul vostro sportwatch.
    Controllare se esistono nel percorso fontane, rifugi e altri posti dove è possibile fermarsi e ricaricare le scorte di liquidi.
    Ma anche dove, per emergenza, fermarsi per mangiare qualcosa.
  2. Non portare abbastanza acqua. Correlato a quanto si diceva pocanzi.
    Una flask in più nello zaino.
  3. Non mettersi la crema solare e eventualmente la protezione per insetti.
  4. Non portare abbastanza cibo e reintegro vario.
  5. Fare troppo e subito.
    Lo so che sapete già cosa sto per dire: ci vuole gradualità.
    10km su sentiero non sono uguali a 10km su asfalto, ma nemmeno a 10 al parco.
    E non potrete nemmeno fare la vostra prima uscita su trail con 1000 metri di dislivello positivo. Ci dovrete arrivare con mooolta calma.
  6. Partire troppo forte. In parte collegato al punto appena visto. Questo però all’interno di una singola uscita.
  7. Anche questa diretta conseguenza degli aspetti precedenti. Sottovalutare il dislivello, andando troppo veloci. La camminata fa parte del trail, anche di quello breve, senza per forza fare delle ultra maratone.
  8. Non portare un k-way/giacca a vento e non indossarlo in caso di vento, pioggia o discese veloci.
  9. Coprirsi nel modo giusto. Collegato all’errore appena citato. Con uno zaino, ma volendo anche con una cintura, potete portarvi una giacca supplementare, senza indossarla fin da subito.
    Infatti, coprendovi troppo potreste rischiare di sudare eccessivamente mentre state correndo o facendo una salita. Poi arrivati ad una quota più elevata quello strato in più potrebbe servirvi. Qua ci vuole anche un po’ di esperienza per capire cosa indossare ed in che momento.
  10. Usare scarpe non specifiche.
  11. Non portarsi il cellulare.
  12. Non portarsi un cambio asciutto, a meno che non rientriate direttamente a casa appena finita la vostra uscita.
    Ma spesso non è così. Non tutti hanno la fortuna di abitare direttamente su un sentiero o a pochi km da esso.
  13. Non portarsi alcuni piccoli oggetti, sempre preziosi: soldi, fazzoletti, garze, cerotti, ecc
    Anche il fischietto, che è pure obbligatorio in qualsiasi gara di trail, è spesso integrato direttamente nel vostro zainetto.
  14. Buttarsi giù a rotta di collo nelle discese.
    Lo so che può venire istintivo farlo ed è pure divertente. Ma soprattutto all’inizio, quando non si è ancora abituati, questa pratica potrebbe essere parecchio traumatica per le nostre articolazioni.
    Inoltre, il rischio di inciampo e conseguente caduta, oppure di storte, è sicuramente più elevato in queste situazioni. Meglio andare un pelino più cauti e tornare a casa sani e salvi, rispetto al guadagnare 5 secondi al km, ma lasciare per strada una caviglia o un ginocchio.
  15. Non paragonatevi agli altri. Ci arriverete, ma con calma.
    Lasciate il vostro ego a casa e godetevela.
  16. Non basatevi sul tempo al km. Su trail, specie quando si sale, potete anche ignorare il cronometro. Ed è questo uno degli aspetti più belli di questa disciplina.
    E’ la natura a dettare il passo. Seguitela ed assecondatela.
    Non seguite invece il vostro tempo al km su strada, perché se vi sforzerete troppo su una salita per farlo poi alla lunga potreste pagarne le conseguenze e scoppiare malamente.
  17. Non disdegnate la strada. Lo so che se inizierete a correre su sentiero poi l’asfalto potrà sembrarvi brutto e cattivo. Ma quasi tutti i trail runner devono comunque allenarsi anche su strada, specie nelle sedute infrasettimanali.
    E’ vero che se su Strava guardate gli allenamenti di Carl Johan Sorman o Roberto Mastrotto vedrete che loro fanno quasi solo ed esclusivamente corsa su sentiero. Ma noi non siamo professionisti o semi-professionisti e non per forza si abita vicino ad un sentiero o si ha a disposizione il tempo per andare e tornare su di essi.
    E anche delle uscite collinari o delle ripetute in salita, per quanto dure, possono essere eseguite su strada senza problemi. Anzi, il gesto atletico in questi casi sarà migliore. Ovviamente, non si allenerà la parte di tecnica, cosa che invece si farà solo andando direttamente sui sentieri più difficili.
  18. Sottovalutare il potenziamento ed il cross training.
    Core stability, potenziamento gambe, ma anche altri sport, come il ciclismo.
  19. Abbandonare i sentieri segnati.
  20. Non guardare il meteo e le relative previsioni.
  21. Non informarsi adeguatamente su chiusure o problemi del tracciato prima di partire.
    Lo so che non sempre è così facile. Dipende molto da dove vi trovate e da quanto sono attrezzati nella zona dove correte. Ma spesso on-line si trovano delle mappe interattive che segnalano eventuali interruzioni e problemi sui tracciati. Dateci un’occhiata prima di uscire, così da evitare poi di trovarvi su un sentiero non percorribile.

Ascolta la puntata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito