Le leggi di Murphy del running

Leggendo il titolo probabilmente avrete già capito di cosa si tratterà: infatti penso che in tanti conoscerete la famigerata Legge di Murphy.

Per chi non ne fosse a conoscenza, si tratta di un insieme di paradossi dallo sfondo ironico, che possiamo sintetizzare con il più famoso assioma “Se qualcosa può andare storto, lo farà”.

Ed allora, con questo spirito goliardico, provo a stilare un elenco di leggi di Murphy che si possono applicare a noi runner amatori, cercando un po’ di riderci su, senza prendersi troppo sul serio, come è da abitudine di questo podcast.

Questa è la lista che ho buttato giù io: iniziamo con la carrellata!

Se ti vesti di bianco per correre, inizierà a piovere.

Se temporeggi per iscriverti ad una gara, quando poi ti deciderai i posti saranno finiti.

Se su trail sbagli sentiero, questo sarà in salita.
Corollario: e sarà pure controvento.
Secondo corollario: anche se girerai, pure il vento girerà e sarà nuovamente contrario.
Terzo corollario: e forse inizierà pure a piovere.
Quarto corollario: comunque per 4 km pensavi di aver preso la strada giusta.

Se compri delle nuove scarpe on-line, senza mai averle provate, comprerai il numero sbagliato.

Se in gara c’è una discesa, dove pensi di recuperare, stai sicuro che troverai una strettoia con un gruppo di runner ammassati che ti rallenteranno.

Più la gara è importante e più il tuo stomaco farà i capricci.
Corollario: non importa quanto tempo prima della partenza tu andrai al bagno. Puoi essere certo che avrai comunque bisogno di usarlo durante la gara.

Più la zona è piena di pedoni e più sarà facile avere problemi di stomaco e necessità di andare al bagno.

Non riuscirai mai ad iscriverti ad una gara tramite lottery.
Corollario: se ci riuscirai, sarai sicuramente infortunato al momento della competizione.

Se stai facendo il tuo personal best, il tuo sportwatch si scaricherà a 200 metri dall’arrivo.

Quando vedi un semaforo verde, puoi stare certo che diventerà rosso prima che tu riesca a sopraggiungere all’incrocio.

Quando rimani bene nelle foto della gara, il loro acquisto costerà un occhio della testa.
Corollario: se le foto sono gratis, avrai delle espressioni facciali orribili.

Se ti alzi presto per il tuo lungo e riesci a non svegliare il resto della famiglia, stai sicuramente scordando qualcosa di fondamentale in camera da letto.

Se lasci a casa gli occhiali da sole perché è nuvolo, dopo 5 minuti il sole tornerà a splendere.
Corollario: e correrai tutto il tempo con il sole in faccia.

Quando finalmente ti senti bene, anzi benissimo. Sei in super forma. Ecco, in quel momento ti infortuni.

Quando fai un allenamento a tutta, letteralmente volando, non incontrerai nessuno di conosciuto. Ma appena rallenterai per fare il defaticamento, stai sicuro che troverai tantissimi conoscenti pronti a salutarti.

La visita medica scade esattamente due giorni prima della tua prossima gara.
Corollario: e anche la Runcard.

Quando in gara vorresti essere da solo, sarai sempre circondato da altri runners.
Corollario: quando invece desidereresti compagnia, ti ritroverai completamente da solo.

Durante un allenamento con percorso andata e ritorno, all’andata avrai il vento contro. Quando finalmente arriverai al giro di boa, pure il vento girerà. Così correrai controvento… di nuovo.

Se sei astemio, nel pacco gara ci sarà una bottiglia di vino.
Se invece vorresti la bottiglia, ci sarà sempre e solamente la solita maglietta marcia.

Quando corri su una strada stretta, incrocerai due auto che vanno in direzioni opposte, che passeranno proprio esattamente a pochi centimetri l’una dall’altra nel momento in cui starai passando pure tu. Così vi troverete tutti e tre a transitare precisamente nello stesso metro nello stesso istante.

Tra tutte le scarpe a disposizione, il primo a consumarsi sarà il tuo paio preferito.

Se ti alleni in inverno per la tua maratona, il giorno della gara ci sarà un caldo fuori stagione.
Corollario: se la maratona la prepari in estate, il giorno della gara ci sarà un tempaccio.

Se hai pianificato la playlist musicale perfetta per il tuo allenamento, il tuo telefono smetterà di funzionare dopo 1 km.

Se c’è un ramo sporgente che non hai visto, stai sicuro che esso sarà esattamente all’altezza del tuo viso.

Qualsiasi muscolo prima o poi si infiamma.
Corollario: anche qualsiasi tendine.
Secondo corollario: e lo faranno proprio a ridosso di una gara importante.

Se invece sia a livello muscolare che tendineo stai bene, una storta alla caviglia è sempre in agguato.
Corollario: e questo accadrà proprio nell’ultimo allenamento prima della gara.

Quando in allenamento vorresti rallentare un po’ il ritmo, beccherai solo semafori verdi.
Corollario: se invece stai andando a tutta, prenderai solo i semafori rossi.

Prima di una gara, in coda ai bagni chimici, sceglierai sempre la coda più lenta.
Corollario: se cambierai fila, quella diventerà in automatico la coda a scorrere più piano.

In periodo di saldi, se vuoi comprare delle determinate scarpe risparmiando, non troverai il tuo numero disponibile.

La stringa della scarpa si slaccia sempre nel momento meno opportuno.
Corollario: e ti farà inciampare, impigliandosi con l’altra scarpa.

Se piove, il percorso sarà in mezzo ai campi, pieno di fango.

Se c’è il sole, farà caldo e non ci sarà un filo d’ombra.

Se decidi di saltare un ristoro, ti verrà sete 200 metri dopo.
Corollario: se invece vuoi fermarti, il banchetto non ci sarà.

Quando invece il ristoro c’è, non troverai subito quello che vuoi prendere.
Corollario: il runner che ti precede prenderà sempre l’ultimo bicchiere disponibile.

La durata della pioggia è direttamente proporzionale alla durata del tuo allenamento.
Corollario: non importa per quanti km correrai. Appena rientrato a casa, smetterà di piovere.

Se c’è un insetto nei paraggi, esso ti finirà in un occhio.
Corollario: nell’altro occhio ti andrà del sudore
Secondo corollario: in questo modo, non ti accorgerai della scarpa slacciata.
Terzo corollario: e così inciamperai.

Gli acciacchi iniziano dal giorno dopo in cui ti sei iscritto alla gara.
Corollario: la gravità dell’infortunio è direttamente proporzionale all’importanza della gara.

La durata della suola della scarpa è inversamente proporzionale a quanto essa è figa.

Se sei forte con il freddo e con la pioggia, in gara farà caldo e ci sarà il sole.
Se sei forte con il caldo e il sole, in gara ci saranno freddo e pioggia.

Ascolta la puntata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito