Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

Coronavirus e running: piccoli consigli di buon senso e due belle iniziative

E’ un argomento che non avrei voluto toccare, ma purtroppo è entrato di prepotenza nella nostra vita.
Non sono assolutamente un esperto in materia, ma mi sento comunque in dovere di fare una puntata per ricordare alcune cose, dato che ho letto suo social tanta confusione e tante volte la domanda “con questa ordinanza si può andare a correre?”

Innanzitutto, in queste situazioni, è seguire le indicazioni fornite dal Ministero della Salute e dal Governo in generale. Ma soprattutto avere responsabilità delle proprie azioni, usare senso civico, cervello, e soprattutto il buon senso.
Come per la “Guida galattica per gli autostoppisti”, don’t panic! L’importante è non farsi prendere dal panico ed affrontare la situazione con il cervello acceso.

Teoricamente, si può correre anche nella zona protetta (che adesso è tutta Italia), sfatiamo questo mito. Però con le dovute precauzioni e con molta attenzione.
Infatti, il decreto dice: “lo sport e le attività motorie svolte all’aperto sono ammessi esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della distanza di un metro”. Tuttavia, viene anche detto che sarebbe bene uscire di casa solo per attività strettamente necessarie. E la corsa per noi non penso sia così fondamentale. Difficilmente qualcuno di noi si sta allenando per Tokyo 2020.

Innanzitutto, evitate ogni assembramento, che significa un grosso no alla corsa in gruppo. Lo so che a volte è bello allenarsi in compagnia, ma se per qualche settimana non si fa, non succede nulla. Dobbiamo evitare assolutamente questo tipo di comportamenti.
Ma anche per quanto riguarda il correre da soli, cercate di limitarvi un po’. Se per qualche giorno le vostre uscite saranno un po’ di meno e queste saranno più brevi e meno intense non sarà la fine del mondo.
Ma perché fare sedute meno pesanti? Perché affaticarsi troppo abbassa le difese immunitarie e questo non è decisamente il momento giusto per farlo.
Inoltre, state molto attenti a non farvi del male. Che già il sistema sanitario è intasato. Ci manca solo che si aggiungano altre persone. E in generale, stanno anche cercando di ricoverare meno persone possibile.
Se volete uscire, potete anche farlo, ma assicuratevi di essere in assoluta sicurezza, per voi stessi ma anche per le persone che vi stanno intorno.

Se, invece non ve la sentite proprio di uscire a correre, nessun problema! E’ stato proprio consigliato così ed una cosa assolutamente comprensibile, specie per chi è a contatto con le persone più a rischio: anziani, immunodeficienti e così via. Potete benissimo non correre per un paio di settimane, anche se questo può essere un sacrificio. Pensiamo ai medici, ad un sistema sanitario per quanto ottimo, in difficoltà, ed ai più deboli.
Può essere l’occasione per far riposare un po’ il vostro corpo. E se non avete in tapis roulant, per fare esercizi di potenziamento/core stability, che si possono svolgere tranquillamente anche in casa. Ovviamente, palestre ed impianti vari sono chiusi o al limite riservati a chi si sta allenando sul serio (non è il nostro caso). Ma a casa è comunque possibile fare molte attività utili a noi runner. Puntata a breve sul tema.

Come mi sto comportando io.
Corro meno rispetto a quanto programmato. E lo faccio da solo, non più tanti km a questo punto, e quasi sempre al mattino presto, dove c’è davvero il deserto.
E un giorno a settimana faccio potenziamento. Era già così da programma, ma è un motivo in più e forse aumenterò queste sedute a 2 o 3. Le interazioni sociali quando faccio attività fisica sono davvero ridotte al minimo. Anzi, sono pressoché nulle.
Avevo in programma una mezza maratona, a Firenze, il 5 aprile, ma per ora non mi sono iscritto e vedrò l’evolversi della situazione per capire se ci sarà la possibilità di farla, anche se la vedo decisamente dura. Inutile dire che la salute e la sicurezza hanno la priorità rispetto alle nostre gare.

In questo momento comunque difficile, voglio segnalare un paio di iniziative per chi vuole continuare a correre.
La prima è stata avviata da Roberto Martini. Vi ho già parlato in passato di lui e del suo canale YouTube. Proprio tramite il canale ha lanciato l’iniziativa “Io continuo a correre”.
Una gara virtuale, da correre la mattina del 29 marzo alle ore 9. Tre distanze, che ognuno correrà in solitudine, ma che il GPS tracker monitorerà. 10km, mezza e maratona.
Strava farà da raccoglitore, con un gruppo e con le relative “gare virtuali”i.
Basta scaricare l’app ed iscriversi all’evento relativo alla distanza scelta. Ovviamente tutto gratuito. Mi raccomando, correte da soli. E non sforzatevi troppo, che non si vince nulla.

Link al gruppo: https://www.strava.com/clubs/io-continuo-a-correre-virtual-race-di-personal-running-coach-592290
10km: https://www.strava.com/clubs/592290/group_events/674167
Mezza maratona: https://www.strava.com/clubs/592290/group_events/674166
Maratona: https://www.strava.com/clubs/592290/group_events/674164

La seconda è di RunLovers, anche loro già citati per Facebook e per il podcast Fuorisoglia (ascoltatelo!), hanno proposto una condivisione delle nostre foto, per essere vicini ed uniti, almeno virtualmente, dato che fisicamente non si può. In modo da creare (cito testualmente dal post di Sandro Siviero) un “diario comune” di corsa in cui mettiamo LE FOTO delle strade dove corriamo o delle nostre facce sorridenti.
Potete pubblicare le foto su Instagram, creando delle Stories e taggando @runlovers, aggiungendo l’hashtag #iocorroqui (metteteli entrambi, così si riconoscono i partecipanti all’iniziativa). Gli stessi amministratori di RunLovers cercheranno di ricondividerle dal loro account ufficiale.
Ovviamente, non saranno foto di gruppo. Bisogna evitare gli assembramenti, ricordate?

Proviamo a resistere, anche correndo meno e senza gare vere. Personalmente corro perché mi piace, a prescindere dalle gare. Ma se per qualche giorno si correrà meno o non si correrà affatto, pensiamo che lo stiamo facendo per un bene superiore: la salute. Nostra e delle altre persone.

Ascolta la puntata!

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: